Tag archive: coronavirus

#PoldiPezzoliStories – L’arte al tempo del Covid-19

#iorestoacasa. Questo l’atto di responsabilità che tutti devono compiere in questo difficile periodo segnato dal Covid-19. Per questo, anche le porte dei musei, restano chiuse. L’arte si cela agli sguardi fisici dei visitatori, nella paziente e pudica attesa che la vita possa riprendere il suo corso. Attraverso il digitale però, possiamo ancora godere, nonostante la distanze e la separazione, della bellezza di quelle opere che forse non abbiamo saputo apprezzare abbastanza, fino a quando potuto avvicinarci fisicamente ad esse.

Continue reading

Il momento dell’isolamento: le voci dei milanesi che vivono all’estero

Quando abbiamo stappato lo spumante abbracciando amici e parenti la notte dell’ultimo Capodanno non avremmo mai immaginato, anche con la più fervida fantasia, di ritrovarci, nemmeno tre mesi dopo, confinati in casa e con l’obbligo di mettere almeno un metro di distanza tra noi e qualunque altro essere umano.

Una situazione surreale, incredibile, degna giusto di un romanzo di fantascienza. Invece tutto si svolge proprio nel nostro bel paese e la nostra amata Lombardia è esattamente l’epicentro di uno scenario tragico e assurdo che in tempi rapidissimi ha cambiato nel profondo la vita di tutti noi.

In un momento come questo è fondamentale mantenere virtualmente i contatti fra di noi e col resto del mondo: comunicare per non sentirsi soli, una battuta per alleviare la tensione, un abbraccio virtuale per stemperare l’angoscia e la paura.

Le Cascate del Niagara illuminate col tricolore italiano per esprimere solidarietà e amicizia in questo momento difficile

Oggi che i confini sono bloccati, ci affacciamo virtualmente al di là della frontiera per alcune testimonianze di milanesi che vivono all’estero: come stanno vivendo l’evoluzione di questa che proprio ieri è stata classificata come una vera e propria pandemia, un mostro che ormai si aggira, con effetti tragici, in tutto il mondo?

Continue reading

Quando Milano è (rin)chiusa per CoronaVirus

Duomo sigillato, spettacoli al Teatro alla Scala sospesi (è l’ottava volta in 240 anni), Accademia di Brera non visitabile, così come il Castello Sforzesco e tutti i principali musei e le più importanti attrazioni della città. Corso Como, meta della night-life più selvaggia tra calciatori, influencer, webstar e starlette, si ripiega su se stessa, come un adolescente che improvvisamente, dalla trance del ritmo e della musica, passi a una fase di apatia e depressione.

Continue reading