Category archive: Uncategorized

Second Life: Paura del cambiamento? Una coach per scoprire i tesori nascosti dentro di noi.

L’idea di un cambiamento in qualsiasi settore della nostra vita è di solito fonte di ansia. Difficile prevedere quello che ci aspetta, difficile capire se stiamo imboccando la strada giusta o se stiamo compiendo un clamoroso errore, impossibile sapere come andrà a finire.

E così, dopo esserci dati coraggio con le solite frasi di rito…

…ci ritroviamo in piena notte con occhio sbarrato e angosce galoppanti a rimuginare sempre intorno alle nostre paure.

Incontriamo oggi una professionista che si occupa da anni di accompagnare chi deve affrontare un momento così delicato, aiutandolo a scoprire che cosa vuole veramente dalla propria vita.

Continue reading

Il siliquastro, l’albero degli abbracci anche in tempi di Coronavirus

Si chiama caulifloria, il fenomeno per cui i fiori germogliano direttamente sui rami e sul tronco in tutta la loro lunghezza; una vera rarità, che solletica il lato botanico sinistro del mio cervello. Ma quando il lato botanico destro osserva questo bell’albero e la miriade di fiorellini rosa fucsia aggrappati alla scura corteccia, l’immagine diventa quella di un abbraccio serrato, che siamo invitati a condividere… non appena sarà possibile.

Continue reading

Volontariato in emergenza/urgenza: gente con l'”hobby” di salvare vite umane

Anche in tempi di normalità, sentire la sirena di un’ambulanza infonde inquietudine: se si è al volante, viene automatico accostare per lasciare libera la strada e questa semplicissima azione, a volte compiuta goffamente nell’urgenza, ci fa sentire in qualche modo partecipi di un salvataggio. Nel nostro piccolo, ci siamo resi utili.

Oggi incontriamo chi a questi salvataggi prende parte da protagonista con grande passione, sacrificando molto del suo tempo e delle sue forze e rischiando spesso in prima persona.

Continue reading

I ciliegi della solidarietà

Milano è in rosa. Puntuali come ogni aprile sono fioriti i ciliegi e, anche se non ai livelli del Giappone, possiamo godere del nostro piccolo hanami, la tradizione di “guardare i fiori” che viene dall’Oriente e che, soprattutto in queste giornate così belle ma solitarie, può scaldare un po’ gli animi. I ciliegi sono ormai molto diffusi in città e non sarà difficile ammirarli ovunque abitiate senza bisogno di spostarsi, nel rispetto delle limitazioni del momento. Ma il rosa non è l’unico colore di queste piante, capaci di darci una piccola lezione di convivenza.

Continue reading

#PoldiPezzoliStories – L’arte al tempo del Covid-19

#iorestoacasa. Questo l’atto di responsabilità che tutti devono compiere in questo difficile periodo segnato dal Covid-19. Per questo, anche le porte dei musei, restano chiuse. L’arte si cela agli sguardi fisici dei visitatori, nella paziente e pudica attesa che la vita possa riprendere il suo corso. Attraverso il digitale però, possiamo ancora godere, nonostante la distanze e la separazione, della bellezza di quelle opere che forse non abbiamo saputo apprezzare abbastanza, fino a quando potuto avvicinarci fisicamente ad esse.

Continue reading

Progetto Bielorussia per i bambini: un concentrato di affetto e famiglia per farli sentire bene

L’”avventura milanese” che vi presento oggi è una storia straordinaria di amore e solidarietà, con protagonisti meravigliosi.

Circa un mese fa, del tutto casualmente, a casa di un’amica ho conosciuto Ester Mistò Pessina, una scrittrice milanese che ha al suo attivo numerose pubblicazioni come autrice di testi teatrali e racconti, oltre ad essere curatrice di libri d’arte.

Un sorriso aperto e un bell’approccio comunicativo. Alla fine dell’incontro questa elegante e giovane signora, infilando il caschetto e inforcando la sua bici per tornare a casa, mi promette un incontro ad hoc per raccontarmi che cos’è il PROGETTO BIELORUSSIA: l’esperienza che ha cambiato per sempre la sua vita.

Continue reading

MAQualecineforum

In principio era il cineforum, quello de “La corazzata Potëmkin” di fantozziana memoria. Poi il cinema è mutato in qualcosa di allora neppure immaginabile e il cineforum, quando va bene, è stato sostituito dai post social, più o meno salaci, più o meno riusciti…

Continue reading